Giro d'Italia posticipato

Image

La Grande Partenza prevista in Ungheria il 9 maggio, non si terrà più e i piani per l’intero svolgimento del Giro saranno rivisti. Il Governo ungherese a causa del diffondersi del coronavirus ha dichiarato lo stato di emergenza che proibisce l’organizzazione di eventi di massa e rende impossibile organizzare eventi internazionali. RCS Sport, organizzatore del Giro D’Italia, vista la situazione nazionale e internazionale, comunica che viene posticipata la data del Giro d’Italia 2020. 

Si pensa di recuperare il Giro nel corso del 2020 a data ancora da definire. Si saprà qualcosa di più certo non prima del 3 aprile quando termineranno le disposizioni previste dal D.P.C.M. del 4 marzo 2020 e dopo che l’organizzazione si sarà confrontata con il Governo, gli Enti locali e territoriali e le Istituzioni sportive italiane e internazionali. 

Il team SEL, che ha lavorato a stretto contatto con RCS Sport da settembre 2019 per organizzare il trasferimento della carovana del Giro dall’Ungheria alla Sicilia, mettendo a disposizione 4 charter passeggeri e 1 aereo cargo, autobus e catering per oltre 700 persone e pianificando le operazioni nel minimo dettaglio, è solidale con gli organizzatori del Giro D’Italia in questo momento di difficoltà e si rende disponibile fin da ora per supportare il Giro nel posticipo e sicuramente nel 2021.

Tags